Patronato

ENPAM supplemento di pensione

I pensionati che continuano a esercitare la libera professione sono tenuti per legge a versare i contributi all’ENPAM. I soldi versati non vanno persi. L’ENPAM infatti ricalcola le pensioni e le aumenta in base ai nuovi versamenti fatti. La pensione supplementare viene liquidata ogni tre anni.

Il supplemento di pensione nell’ENPAM viene regolato dall’art.19

ART. 19

(Pensione ordinaria supplementare)

Comma 1

Agli iscritti di cui all’art. 4, comma 4, del presente Regolamento, che contribuiscono alla gestione “Quota B” dopo il conseguimento del trattamento ordinario di vecchiaia ovvero della pensione anticipata spetta un supplemento di pensione.

Comma 2

Il supplemento di pensione, di cui al precedente comma, si determina in relazione ai contributi versati con l’aliquota ridotta od intera, applicando al reddito medio annuo, calcolato con le modalità di cui all’art. 18, comma 7, il corrispondente coefficiente di rendimento di cui all’allegata Tabella A per ogni anno – ed un’aliquota proporzionale per le frazioni di anno – di contribuzione.

Comma 3

Agli iscritti di cui al comma 1, che contribuiscono alla gestione anche con l’aliquota dell’1% – laddove lo 0,50% del contributo è utilizzato a fini previdenziali ed il rimanente 0,50% è acquisito dalla gestione per l’erogazione di prestazioni assistenziali, spetta un’ulteriore quota di pensione la cui misura viene determinata con le modalità di cui al richiamato comma 7, dell’art. 18, applicando al reddito medio annuo il corrispondente coefficiente di rendimento di cui all’allegata Tabella A per ogni anno – ed un’aliquota proporzionale per le frazioni di anno – di contribuzione.

Comma 3bis

Nel caso in cui l’iscritto di cui al comma 1 non abbia raggiunto l’età anagrafica pro tempore indicata nella allegata Tabella B, si applicano i coefficienti di adeguamento all’aspettativa di vita previsti nell’allegata Tabella D, con riferimento all’età maturata dall’iscritto nel mese di decorrenza del supplemento.

Comma 3ter

Agli iscritti di cui al precedente art. 18, comma 10, che contribuiscono alla gestione dopo il conseguimento del relativo trattamento, spetta un supplemento di pensione calcolato secondo il sistema contributivo di cui alla L. 335/95 e successive modificazioni.

Comma 4

La liquidazione del supplemento di pensione viene effettuata d’ufficio dall’Ente ogni triennio, sulla base di tutti i contributi relativi al periodo di riferimento.

Scegli e resta informato sulle notizie di cui hai bisogno

Area di interesse