Patronato

ENPAM riscatto e allineamento

ENPAM riscatto e allineamento

IL RISCATTO :

Con i riscatti si possono far valere ai fini della pensione i periodi che non sono coperti da contribuzione. Tutti i riscatti ENPAM, ad eccezione dell’allineamento, garantiscono un aumento dell’anzianità contributiva e un incremento dell’assegno di pensione.

La domanda non è vincolante. Una volta ricevuta la proposta da parte degli uffici, l’eventuale accettazione va spedita entro 120 giorni. Trascorso il termine la proposta viene considerata decaduta.

I contributi volontari da riscatto, come quelli ordinari, sono interamente deducibili dalle tasse.

Requisiti:

Può chiedere il riscatto l’iscritto che:

  • non ha compiuto l’età per la pensione al momento in cui presenta la domanda;
  • ha maturato un’anzianità contributiva al fondo non inferiore a 10 anni;
  • è in regola con il pagamento di altri riscatti in corso;
  • non ha fatto domanda di pensione d’invalidità permanente;
  • non ha rinunciato da meno di 2 anni allo stesso riscatto;

Periodi riscattabili:

Il riscatto può essere totale o parziale, si può cioè scegliere di riscattare tutto il periodo previsto o solo una parte. Si possono riscattare:

  • Il corso legale del diploma di Laurea (non gli anni fuori corso);
  • Il corso di specializzazione;
  • Il corso di formazione in medicina generale;
  • Il servizio militare o civile;
  • Il periodo precontributivo compreso tra l’iscrizione all’Albo professionale e il 1° gennaio 1990, per i medici chirurghi, oppure il 1° gennaio 1995, per i laureati in Odontoiatria;
  • periodi precontributivi (in cui non risultano contributi versati dalle Asl, è un’eventualità molto rara);
  • periodi di sospensione dell’attività convenzionata;
  • periodi liquidati (periodi contributivi relativi a precedenti rapporti professionali svolti in regime di convenzione per i quali l’ENPAM ha restituito i contributi);

Si può pagare:

  • in unica soluzione con bollettino Mav il mese successivo a quello in cui l’accettazione è stata registrata;
  • in rate semestrali, nei mesi di giugno e dicembre con bollettini Mav spediti per posta dalla Banca popolare di Sondrio. I versamenti sono maggiorati dell’interesse legale in vigore al momento (tasso variabile).

Casi particolari:

  • Per tutti i tipi di riscatto la domanda si fa direttamente online dalla propria area riservata.
  • I versamenti rateali possono essere sospesi in qualsiasi momento fino a un massimo di due anni dalla scadenza dell’ultima rata pagata. È sempre comunque possibile mettersi in regola con il debito pregresso o decidere di interrompere definitivamente i pagamenti. In quest’ultimo caso il beneficio sulla pensione sarà limitato alle somme versate (fa eccezione il riscatto dei periodi liquidati).

ALLINEAMENTO DEI CONTRIBUTI:

È un riscatto che consente di allineare i contributi già pagati a una contribuzione più alta versata nei periodi in cui si è lavorato di più e quindi il reddito è stato maggiore. In questo modo si può ottenere un incremento sostanziale dell’importo della pensione (e non dell’anzianità contributiva).

La domanda non è vincolante. Una volta ricevuta la proposta da parte degli uffici, l’eventuale accettazione va spedita entro 120 giorni. Trascorso il termine la proposta viene considerata decaduta.

I contributi volontari da riscatto, come quelli ordinari, sono interamente deducibili dalle tasse.

Requisiti:

Può chiedere l’allineamento l’iscritto che:

  • non ha compiuto l’età per la pensione al momento in cui presenta la domanda;
  • è ancora attivo sul fondo per il quale fa domanda di allineamento;
  • ha maturato un’anzianità contributiva al fondo non inferiore a 5 anni;
  • è in regola con il pagamento di altri riscatti in corso;
  • non ha fatto domanda di pensione d’invalidità permanente;
  • non ha rinunciato da meno di 2 anni allo stesso riscatto;

Come funziona:

I criteri secondo i quali avviene l’allineamento variano in base al fondo in cui si fa domanda, se quello della Libera professione o della Medicina convenzionata e accreditata.

Libera professione – Quota B

Si allineano i contributi inferiori al contributo più alto degli ultimi tre anni.

Assistenza primaria e specialistica ambulatoriale

Si allineano i contributi inferiori alla media annua dei contributi versati negli ultimi 36 mesi coperti da contribuzione effettiva.

Si può pagare:

  • in unica soluzione con bollettino Mav il mese successivo a quello in cui l’accettazione è stata registrata;
  • in rate semestrali, nei mesi di giugno e dicembre con bollettini Mav spediti per posta dalla Banca popolare di Sondrio. I versamenti sono maggiorati dell’interesse legale in vigore al momento (tasso variabile).

Casi particolari:

  • l’allineamento si può pagare anche dopo la pensione, solo se si continua a esercitare la professione e comunque non oltre 70 anni. Il pagamento può essere rateizzato.
  • L’ ART. 58
    (Riscatto di allineamento orario)

 A far data dall’1.1.2013 non è più consentito il riscatto di allineamento orario, disciplinato dal previgente Regolamento del Fondo degli specialisti ambulatoriali.

VERSAMENTI AGGIUNTIVI

Scegli e resta informato sulle notizie di cui hai bisogno

Area di interesse